Come indicizzare una pagina in Google in meno di 10 minuti

Sembra la promessa del SEO dell’ultima ora ma in realtà è una procedura utilizzata quotidianamente da molti blog che utilizzano WordPress , ti sarà infatti capitato più volte di scrivere un articolo su un sito con questo cms e vedere il tuo contenuto nella serp pochi minuti dopo.

Questa procedura si basa sul fatto che Google Blog Search sfrutta i feed RSS/ATOM del sito per capire ogni quaanto questo viene aggiornato e venire a conoscenza dei contenuti più recenti.

In wordpress per esempio è facile rintracciare i feed RSS/ATOM inseriti automaticamente nell’head della pagina e visibili ad questo url.

http://www.nomedeltuosito.com/feed/atom/

Come si nota dal codice il contenuto riportato non sono altro che i nostri articoli con tutte i parametri quali categoria, autore,data di pubblicazione ed ultima modifica.

[...]
<updated>2009-04-28T15:40:06Z</updated>
<published>2009-04-30T05:00:39Z</published>
[...]

Questi parametri permettono a Google Blog Search di capire quando viene pubblicato un contenuto ed è quindi necessario aggiungerlo all’indice.

Alcuni consigli utili per l’utilizzo di questo sistema sono:

1)Assicurati che il robots.txt non blocchi i feed ai tuoi articoli (per maggiori informazioni sui robot.txt leggi questo articolo)

2)Assicurati che ogni nuovo contenuto del tuo sito abbia un feed RSS/ATOM

3)Utilizza il servizio di Pinging di Google Blog Search

Dopo pochi minuti vedremo il contenuto aggiunto indicizzato su Google Blog Search e subito dopo nella Serp di Google.

Ho notato che questa tecnica funziona anche su siti privi di sitemap o la cui indicizzazione non è mai stata curata in particolar modo, occorre però ricordare che con questo sistema si ottiene una rapida indicizzazione che in seguito andrà comunque curata con backlinks, sitemap, ottimizazioni on page e altre pratiche che permettono ai SEO di posizionare in maniera degna il contenuto nella serp di Google.

Sarà infatti possibile rintracciare il contenuto sui motori di ricerca inserendo il titolo dell’articolo ma essendo stato appena indicizzato difficilmente si avrà una posizione ottimale nella serp per determinate keyword che richiede molto più tempo.

Info su Mauro Accornero

Sviluppatore e Web Designer Freelance, lavora a Milano dove collabora con Agenzie di Comunicazione ed Aziende del settore. Docente presso la Nuova Accademia di Belle Arti a Milano dove tiene corsi in ambito web per il dipartimento di Graphic Design e Art Direction.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Tutorial e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>